HOME BREVE STORIA IL FONDATORE VITA DI PREGHIERA APOSTOLATO
Insieme per annunciare Gesù

              

La preghiera è il cuore della vita della Comunità ed è la sua prima opera. La comunità più volte al giorno si raccoglie attorno al Signore per ascoltare la sua Parola e parlare con Lui. I discepoli non possono fare a meno di stare ai piedi del Maestro, ascoltarlo amarlo e sentirsi amati da Lui.

Rivolti al Padre come Cristo, si fanno in Cristo, con la voce dello Spirito, intercessione e lode. Vivono con consapevolezza la dimensione sacramentale e specialmente eucaristica. Nutrono una filiale devozione a Maria.

Nella preghiera comune appare con chiarezza oltre al mistero della figliolanza anche quello della fraternità. Scrivono gli antichi Padri: "Non si può avere Dio per Padre se non si ha la Chiesa per madre".

(Quanto segue è tratto dallo Statuto della Fraternità )

4.1 VITA DI PREGHIERA

37. Al di sopra di ogni cosa e le sue fonti

Alimento che non dovrà mai mancare è la preghiera.

Nella vita comune, al di sopra di ogni cosa, i membri della Fraternità devono avere a cuore l’organizzazione perfetta e il funzionamento costante della vita di preghiera; coltivando, pertanto, con assidua fedeltà e sollecitudine lo spirito di preghiera e la preghiera stessa, attingendo dalla Sacra Scrittura, dalle fonti della spiritualità cristiana e dalla ricca spiritualità del Beato Giustino Russolillo.

38. Continua presenza e presidenza di Dio, pastorale e comunitaria

La stessa vita dei membri si trasformi in preghiera in modo che Dio sia presente in ogni pensiero ed azione. Senza preghiera non c’è vita per Dio e non c’è servizio né a Dio né agli uomini!

La felicità di un’anima consiste nell’essere in Dio e con Dio. Nella continua preghiera, la comunità intera, si eserciti, senza scoraggiarsi anche quando non si hanno i risultati che si vorrebbero, coscienti che colui che chiama è il Dio della fedeltà.

39. Incontro dell’amante con l’'Amato

Nella preghiera troverà Colui che ama e la forza necessaria per continuare a vincere le tentazioni e le lotte quotidiane22.

S. Teresa D’Avila definisce la preghiera come il luogo di incontro dell’amante con l’Amato, per cui, il consacrato, in qualità di amante, desideri vivere costantemente all’interno di questo luogo dove poter godere delle carezze e dei baci del proprio Amato.

40. Stato di preghiera continua

Non mancherà di nutrirsi di Lui quotidianamente per essere forte e vigilante perché il nemico non possa avvicinarsi alla sua anima. Pregate per non cadere in tentazione23.

41. Rilievo della liturgia in particolare la Liturgia delle Ore

Stimolata dalla testimonianza della Chiesa primitiva24, la Fraternità darà un’importanza tutta particolare alla liturgia culmine verso cui tende l’azione della Chiesa e, insieme, la fonte da cui promana tutto il suo vigore25.

La Liturgia delle Ore, voce di tutta la Chiesa orante, è tenuta in grande considerazione nella vita di comunità. Perciò, ogni giorno reciteranno in comune la Liturgia delle Ore e gli atti di preghiera propri come previsto dalle Costituzioni della Società Divine Vocazioni26.

42. Sul modello di Maria e Giuseppe

La Fraternità desidera vivere intensamente la dimensione mariana dell’unica spiritualità cristiana, con un particolare riferimento alla Vergine Maria venerata sotto il titolo di «Nostra Signora delle Divine Vocazioni», associandole S. Giuseppe nel culto privato27 traendo ispirazione soprattutto dalla spiritualità del Beato Giustino Russolillo.

43. La preghiera del Santo Rosario

Inoltre, riconoscendo il Santo Rosario come l’arma della vittoria di Maria sugli attacchi del drago28, ogni giorno sia fedele a pregarlo, preferibilmente in forma comunitaria.

-------------------------------------------------

 22 cfr. Devozionale Ordinario, n.5, pag. 8.

23 Mt 26,41.

24 At 2,42.

25 SC n°10.

26 cfr. Costituzioni Società Divine Vocazioni, art. 52-53.

27 cfr. Costituzioni Società Divine Vocazioni, art. 24.

28 cfr. Ap 12.


HOME
BREVE STORIA
IL FONDATORE
VITA DI PREGHIERA
APOSTOLATO
PROGRAMMA 2016
FAMIGLIE in FRATERNITA'
SOSTIENICI
TESTIMONIANZE
dal nostro DIARIO
 ADORAZIONE

 
Site Map